Riconfermato il bonus condizionatore per il 2018, come funziona?

La legge di bilancio 2018 ha riconfermato le agevolazioni e i bonus sull’acquisto di un condizionatore o di una pompa di calore.

Chi con l’arrivo della bella stagione sta pensando all’acquisto di un condizionatore, può beneficiare di un ulteriore vantaggio. Grazie ai bonus confermati dalla legge di bilancio si potrà beneficiare delle detrazioni irpef con la dichiarazione dei redditi del prossimo anno.

Il valore del bonus varia a seconda del tipo di intervento effettuato e del tipo di condizionatore. L’agevolazione è infatti destinata a chi acquista un condizionatore d’aria in pompa di calore o non ad alta efficienza, ma comunque a risparmio energetico.

La percentuale della detrazione è del 50% o del 65% e cambia a seconda dei casi. Le tipologie di bonus sono quattro:

  • per l’acquisto di climatizzatori a risparmio energetico;
  • nel caso di acquisto di condizionatori con bonus mobili (è possibile detrarre il 50% dei costi sostenuti);
  • per l’acquisto di condizionatori con ristrutturazione edile (il prezzo del climatizzatore può essere detratto del 50%);
  • acquisto di condizionatori senza ristrutturazione (spetta una detrazione del 50% su 10 anni).

In linea generale la detrazione fiscale per il condizionatore è al 50% nel caso in cui:

  • l’acquisto venga fatto contestualmente a lavori di ristrutturazione;
  • il nuovo condizionatore sia anche una pompa di calore. In questo caso si può beneficiare del bonus anche senza i lavori di ristrutturazione.

La detrazione sale al 65% nel caso in cui si va a sostituire un vecchio impianto con uno più efficiente dal punto di vista energetico. L’efficienza minima richiesta di climatizzatori e pompe di calore dovranno essere rispettivamente COP e EER come indicato nell’allegato I del D.M. 06/08/2009.

La detrazione viene restituita in dieci quote annuali. E’ indispensabile che l’acquisto sia documentato ed effettuato tramite metodo di pagamento tracciabile (tramite bonifico bancario o postale, carte di credito o carte di debito).

Forse ti potrebbero interessare anche