Ecobonus, 65% anche per la domotica

La commissione Bilancio della Camera ha approvato l’emendamento alla Legge di stabilità 2016 che prevede l’estensione della detrazione fiscale per la riqualificazione energetica degli edifici alle spese sostenute per l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento e/o di produzione di acqua calda e/o climatizzazione delle unità abitative.

 

 

L’emendamento, approvato nei giorni scorsi, permette così di effettuare tutti gli interventi di efficientamento che usano la domotica per trasformare le case in smart home beneficiando dell’Ecobonus del 65%. Fino ad oggi l’installazione di questo tipo di sistemi in edifici di vecchia generazione permetteva di risparmiare con le detrazioni solo fino al 50% dell’importo.

 

L’ecobonus per la domotica permetterà di ottenere ulteriori vantaggi fiscali sugli interventi realizzati entro il 31 dicembre 2016 ma per poter ottenere tale agevolazione gli impianti installati dovranno consentire oltre che l’accensione e lo spegnimento a distanza dei dispositivi, anche di mostrare i consumi degli impianti. La detrazione verrà restituita ai soggetti responsabili dell’investimento in 10 anni.

 

Tra le altre importanti novità confermate nella Legge di stabilità anche la possibilità di cedere l’Ecobonus alle imprese che effettuano i lavori stimolando i condomini a effettuare gli interventi di efficientamento energetico, grazie ad una spesa minore da affrontare, e che l’azienda produttrice venga rimborsata.

You May Also Like

One thought on “Ecobonus, 65% anche per la domotica

Comments are closed.