La Termocamera con range di misura fino a 550 °C

 

La termocamera a infrarossi è un dispositivo avanzato che cattura immagini e video basate sulle emissioni di calore di oggetti e superfici.

Viene sempre più utilizzato nell’ambito della diagnostica, in quanto è capace di restituire all’utente una mappa termografica della superficie analizzata, evidenziando eventuali criticità come guasti, perdite, surriscaldamento o altre anomalie.

Il suo uso in campo edile è particolarmente diffuso per la diagnosi e la manutenzione degli edifici o per la ricerca di infiltrazioni d’acqua.

Il meccanismo di funzionamento è molto semplice: la termocamera dispone di un particolare sensore, detto microbolometro, sensibile alle radiazioni infrarosse e in grado di rilevare diverse area di temperatura all’interno della superficie analizzata.

Tutti gli oggetti infatti emettono energia termica, sotto-forma di onde elettromagnetiche che vengono rilevate attraverso questo apposito strumento che è sensibile alle diverse radiazioni emesse.

La radiazione infrarossa aumenta con la temperatura, permettendo ai sensori di mappare le variazioni di calore e convertirle in un’immagine termica. Queste immagini sono spesso codificate a colori. Si ottiene così un’immagine detta appunto “termografica” con sfumature di colore che vanno dal rosso per le zone più calde al blu per le zone più fredde.

Per questo motivo e soprattutto per la grande maneggevolezza e il minimo ingombro dei modelli più diffusi in commercio, è lo strumento indispensabile per la diagnostica, utilizzato da numerosi professionisti nella ricerca di problemi di isolamento termico, infiltrazioni d’acqua, perdite di calore e altri difetti strutturali.

Ne esistono diversi tipi in commercio e visto la diversità di impiego ogni termocamera presenta caratteristiche peculiari e una maggiore predisposizione per un tipo particolare di diagnosi.

Un modello particolarmente evoluto è la termocamera PCE-TC 32N, termocamera prodotta e commercializzata da  PCE Instruments

 

Ma cosa la rende diversa dalle altre termocamere in commercio?

Semplice, è in grado di rilevare temperature fino a 550 °C e di lavorare in un range di temperatura particolarmente esteso che va da – 20°C a 550 °C, grazie al su sensore o microbolometro non raffreddato.

Per questa sua particolarità è ideale infatti per rilevare eventuali anomalie in componenti o macchinari che raggiungono alte temperature come le caldaie, gli scambiatori di calore, separatori di vapore o per il controllo o per la normale manutenzione predittiva di impianti elettrici o idraulici privati, condominiali o aziendali.

Viene anche comunemente utilizzata dal personale addetto alla manutenzione, per la ricerca e prevenzione di danni a installazioni elettriche, sistemi di riscaldamento, ventilazione e condizionamento.

La termocamera termocamera PCE-TC 32N fornisce poi un’immagine chiara e definita grazie alla risoluzione di 256×192 pixel del suo display e la possibilità di visualizzare in modo automatico il punto più caldo e più freddo nell’immagine termica.

Tutte le immagini o i video della termocamera vengono salvate sulla memoria interna da ben 3,4 Gb che può ospitare più di 6.000 immagini e sono trasferibili tramite USB su computer per un’analisi più accurata o per utilizzarle con altri programmi di diagnosi.

Tutte queste caratteristiche, sommate al peso contenuto di solo 423 g e la notevole maneggevolezza, convertono la termocamera PCE-TC 32N in un dispositivo indispensabile per il professionista nella diagnosi e la localizzazione dei guasti e malfunzionamenti.

 

Dati tecnici:

Funzione di misurazione
Range di misura -20 … +550 °C
Risoluzione 0,1 °C
Precisione ±2 °C a una temperatura ambientale tra
10 … 35 °C e una temperatura dell’oggetto superiore a 0 °C
Unità di misura ºC / ºF
Proprietà del sensore
Campo visivo (FOV) 50° x 37°
Distanza minima > 0,5 m
Risoluzione spaziale (IFOV) 7,6 mrad
Sensibilità termica <0,06 °C a +30 °C / 60 mK
Frame rate 25 Hz
Sensore di immagine Microbolometro non raffreddato
Lunghezza d’onda 7,5 … 14 µm
Risoluzione a infrarossi 256 x 192 pixel
Punti di misurazione Punto centrale / Rilevamento automatico del punto più caldo e più freddo
Correzione nella misurazione Riflessione della temperatura / Regolazione del valore di emissività
Telecamera digitale
Risoluzione 2 Megapixel
Campo visivo (FOV) 65°
Registrazione video
Memoria Scheda micro SD esterna
Memoria interna da 3,4 GB
Frequenza di registrazione >30 minuti
Formato MPEG-4 standard / 240 x 320 pixel / 30 Hz
Modalità di registrazione Registrazione a infrarossi e/o immagine in tempo reale
Registrazione immagini
Formato *.jpeg o *.hir con dati di misurazione
Memoria > 6.000 immagini
Interfaccia
Connessione via cavo USB-C per ricarica e trasferimento dati
Connessione wireless Wi-Fi 802.11
Altre specifiche
Ricarica con cavo 5 V DC, 1 A
Carica batteria 3,7 V DC, 2.600 mAh, 9,62 W (18650)
Spegnimento automatico OFF, 5, 10, 15, 30 minuti
Filettatura per montaggio su treppiede 1/4″
Display LCD da 2,8″
Risoluzione dello schermo 240 x 320 pixel
Tavolozze dei colori Ferro / Arcobaleno / Nero bianco / Bianco-nero (invertito) / Marrone / Blu rosso / Hot-Cold / Feather
Zoom 1 … 16x, zoom digitale
Condizioni operative -15 … + 50 °C / 10 … 90% U.R. senza condensazione
Condizioni di stoccaggio -40 … + 70 °C / 10 … 90% U.R. senza condensazione
Dimensioni 224 x 77 x 96 mm
Peso 423 g