Miur: formazione per la certificazione energetica

Il 21 novembre 2013, il Ministero dello Sviluppo economico ha rilasciato lo schema di procedura per il rilascio delle autorizzazioni allo svolgimento dei corsi di formazione per la certificazione energetica degli edifici.

Lo “Schema di procedura per il rilascio dell’autorizzazione allo svolgimento dei corsi di formazione per la certificazione energetica degli edifici a livello nazionale” , in riferimento a quanto previsto dal DPR n. 75/2013, stabilisce che i corsi e gli esami siano svolti a livello nazionale da università, organismi ed enti di ricerca e da consigli, ordini e collegi professionali, previa autorizzazione del Ministero dello Sviluppo economico, d’intesa con MATTM e MIT.

I soggetti formatori devono presentare la richiesta di autorizzazione, sottoscritta da un legale e in conformità con lo schema di procedura, inviandola alla Divisione VII (Efficienza energetica e risparmio energetico) della Direzione Generale per l’energia nucleare, le energie rinnovabili e l’efficienza energetica (Dipartimento per l’energia del Ministero dello sviluppo economico).

A livello nazionale, possono svolgere i corsi di formazione per la certificazione energetica degli edifici università, organismi, enti di ricerca e consigli, ordini e collegi professionali.

Sono abilitati all’attività di certificazione energetica i tecnici in possesso di diploma di istruzione tecnica (settore tecnologico), di laurea magistrale o triennale in facoltà scientifiche ed ingegneristiche prestabilite dallo schema, di titoli relativi alla progettazione di edifici e impianti asserviti agli edifici stessi,  e di attestati di frequenza a corsi di formazione per la certificazione energetica degli edifici riconosciuti dal Ministero dello Sviluppo economico.

I partecipanti al corso per la certificazione energetica degli edifici che superano l’esame finale, riceveranno l’abilitazione professionale alla certificazione energetica degli edifici. 

 

You May Also Like