Riqualificazione energetica: il grande progetto della GDO

La Grande Distribuzione Organizzata in Italia realizza il più grande progetto di riqualificazione energetica per i punti vendita Conad.

 

L’investimento, del valore di 33 milioni di euro, ha dato il via agli interventi per l’efficientamento energetico di 20 punti vendita della catena Conad del Tirreno.

Si tratta del più importante progetto di riqualificazione energetica nella Grande Distribuzione Organizzata in Italia, che ha visto riuniti, accanto a Conad del Tirreno, UniCredit, Arpinge e Officinae Verdi.

 

L’iniziativa ha determinato l’efficientamento energetico dei punti vendita di Conad del Tirreno, partendo dal rinnovamento strutturale e impiantistico.

 

Grazie al supporto di una formula avanzata di project financing, nei prossimi 18 mesi si inizieranno i lavori anche in altri 20 punti vendita Conad dislocati in Toscana, nel Lazio e in Sardegna.

 

Oltre agli evidenti benefici nel campo dell’efficienza energetica e della tutela dell’ambiente, questo progetto avrà effetti positivi anche a livello occupazionale, coinvolgendo centinaia di operatori attivi nell’impiantistica, cantieristica e nelle aree tecniche e commerciali.

 

Per quanto riguarda i risultati, ci si attende un risparmio energetico del 35% un abbassamento delle emissioni di CO2 di circa 100 t/anno a negozio.

Ugo Baldi, Amministratore Delegato Conad del Tirreno, commenta l’impresa: “Abbiamo già realizzato negli anni scorsi importanti impianti per l’autoproduzione di energia da fotovoltaico per una potenza totale installata di circa 5MWp in Toscana, Lazio, Sardegna. Con questo progetto, prevediamo di riqualificare progressivamente gran parte della nostra rete vendita, con l’obiettivo di risparmiare energia, ridurre costi in bolletta ed emissioni di CO2 a parità di comfort.

 

“Per raggiungere l’obiettivo “full energy efficiency” – continua Ugo Baldi – saranno adottate lampade a LED per il sistema di illuminazione, tecnologie altamente efficienti per il sistema di climatizzazione e la catena del freddo, e sarà realizzata una control room energetica, per il controllo h24/7day delle performance e dei ritorni sull’investimento”.

 

Forse ti potrebbero interessare anche